Le etichette dei capi riportano, oltre alla composizione in fibra con le relative percentuali, i simboli riguardanti la manutenzione che sono:

LAVAGGIO IN ACQUA
La vaschetta è il simbolo grafico usato per le informazioni relative al lavaggio in acqua. Il numero riportato all’interno indica la temperatura massima di lavaggio espressa in gradi centigradi: 95°, 60°, 40°, 30°, ecc. La linea posta al di sotto della vaschetta indica che il capo, per evitare che si danneggi, va trattato con alcune precauzioni: risciacquo a temperatura via via decrescente, centrifugazione ridotta. La mano all’interno della vaschetta indica che il lavaggio deve essere eseguito a mano e non in lavatrice, che la temperatura massima è di 40°, che il capo deve essere risciacquato delicatamente e non deve essere strizzato. Se sulla vaschetta compare una croce vuol dire che il capo non sopporta il lavaggio in acqua.

CANDEGGIO
Il triangolo è il simbolo del candeggio al cloro, cioè con candeggina. Se nel triangolo compare la sigla CL è possibile trattare il capo con candeggina. Se al contrario il triangolo è cancellato con una croce, il capo non sopporta il trattamento con il cloro.

STIRATURA
Il ferro da stiro è il simbolo relativo alle informazioni sulla stiratura. La temperatura ideale per ogni capo è indicata dai punti neri riportati sul ferro.
3 punti:
La temperatura massima della piastra del ferro è fissata a 200° e il tessuto deve essere umidificato.
2 punti:
La temperatura massima della piastra del ferro è fissata a 150° e va posto un panno umido tra la piastra del ferro e il tessuto da stirare.
1 punto:
La temperatura massima della piastra del ferro è fissata a 110° e la stiratura si esegue interponendo un panno umido tra il ferro e il tessuto.
ferro cancellato:
Indica che il capo non sopporta la stiratura.

LAVAGGIO A SECCO
Il cerchio è il simbolo grafico relativo al lavaggio a secco e i segni riportati all’interno indicano il tipo di solvente adatto al tessuto.
Una A nel cerchio:
Indica che il capo è lavabile con tutti i solventi normalmente usati nel lavaggio a secco.
Una P nel cerchio:
Indica che il capo può essere lavato usando percloroetilene, mono-fluoro-triclorometano, idrocarburi, con i normali procedimenti, senza impiego di tricloroetilene o trielina.
Una P nel cerchio con un tratto sotto il cerchio:
Indica che può essere effettuato un lavaggio tipo quello con la P, limitando però l’aggiunta di acqua e riducendo l’azione meccanica o la temperatura di asciugatura.
Una F nel cerchio:
Indica che il lavaggio a secco va eseguito con idrocarburi e trifluoro-tricloroetano, seguendo i normali procedimenti.
Una F nel cerchio con un tratto sotto il cerchio:
Modifica il lavaggio precedentemente esposto con una severa limitazione di aggiunta di acqua e la riduzione dell’azione meccanica o della temperatura di asciugatura.
Cerchio barrato da una croce:
Indica che il capo non sopporta il lavaggio a secco.

ASCIUGATURA
I simboli dell’asciugatura, rappresentati da un quadrato, non sono obblogatori, tuttavia molte case produttrici di manufatti preferiscono aggiungerle sulle etichette, dando così al consumatore un’informazione completa sulla manutenzione dei capi.
Cerchio inserito nel quadrato:
Indica che il capo sopporta l’asciugatura in tamburo.
Croce sul quadrato con cerchio:
Indica che, al contrario, il capo non sopporta l’asciugatura in tamburo.
Quadrato con un arco all’interno del lato superiore:
Il capo, dopo essere stato centrifugato, deve essere appeso ad asciugare.
Quadrato con all’interno tre tratti verticali:
Il capo deve essere posto ad asciugare appeso intriso d’acqua, cioè senza alcuna centrifugazione.
Quadrato con all’interno un tratto orizzontale:
Il capo deve essere posto ad asciugare disteso su una superficie piana.